Fregola Con Arancia, Carciofi e Pecorino sardo

Sulle ricette sarde bisognerebbe aprire un blog a parte: una tradizione fortissima di Terra e di Mare, Formaggi e Verdure.
Io vi voglio proporre una versione alternativa della famosissima fregola utilizzando tutti ingredienti tipici sardi: Carciofi, Arance e Pecorino!

Ingredienti per 2:
200g di fregola sarda
70 g di buon pecorino sardo semi stagionato
4 carciofi freschi
1 arancia biologica
1 scalogno
Sale e pepe Q.B.
Olio EVO Q.B.
Brodo vegetale

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo il Brodo Vegetale ai Carciofi: 

mondate sedano, carota e cipolla e immergeteli con 1 grano di pepe e 1 foglia di alloro in una pentola con  1,5 lt di acqua. Pulite i carciofi conservando le foglie esterne di scarto e la parte superficiale del gambo che si rimuove facilmente con un pelapatate. I cuori e i gambi tagliateli a fettine sottili, metteteli in acqua acidulata e lasciate da parte. Unite lo scarto dei carciofi alle verdure per il brodo e lasciate cuocere il tutto per 1 ora. A cottura ultimata salate e filtrate tranne le foglie di carciofo. A questo punto prendete un frullatore ad immersione e riducete in purea le foglie stracotte nel loro brodo, filtrate di nuovo per evitare che restino gli ultimi frammenti coriacei della verdura et voilà: avete appena fatto un brodo ai carciofi che neanche Cracco si sognerebbe.
C’è anche una variante più easy che prevede di non frullare le foglie di carciofo, ma di filtrare tutto subito: si otterrà comunque un buon brodo “carciofato”.

 

Affettate lo scalogno molto finemente e fatelo rosolare in olio EVO in una pentola dal fondo basso, unite i carciofi e dopo 1 minuto la fregola che farete rosolare per un paio di minuti a fiamma bassa girando di tanto in tanto. Ora dovrete aggiungere, esattamente come si fa per un risotto, un mestolo o due di brodo ogni volta che la fregola lo riassorbe mescolando e tenendo la padella a fuoco basso. Portate avanti la cottura così per 20/ 25 minuti o fino a quando, una volta assaggiata, la fregola vi risulterà cotta al dente.
A questo punto unite il succo filtrato di mezza arancia, il pecorino grattugiato, regolate di sale e mantecate su fiamma bassissima fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati alla perfezione.
Servite spolverando con la scorza di arancia, un filo di olio EVO e del pepe nero macinato al momento.
Io ho aggiunto anche delle scorze di arancia caramellata che si sposano divinamente con l’amarognolo dei carciofi.