Torta della Nonna

Vi presento “La Torta”. E’ lei la regina di tutte le torte che fa da prima colazione e da dessert, che non stanca mai, che non ne resta mai una fetta quando la porti a casa di qualcuno.. Voglio proporre questa versione con cui ho raggiunto la perfezione. Qui sono fondamentali due cose: la crema pasticcera che deve essere fatta con uova freschissime e latte di prima qualità e la frolla che deve essere di una consistenza perfetta, friabile quanto basta, ma croccante allo stesso tempo e per questo rendo merito a http://www.noodloves.it da cui prendo  la ricetta: un sito molto ben curato che ha una sezione di scuola di cucina con validi consigli su molte preparazioni.

Ingredienti
Per la base:
300 g di Farina 00
80 g di Zucchero
130 g di Burro a pezzetti ammorbidito
1 Uovo (60 g)
1 Tuorlo
1 cucchiaino di Lievito vanigliato (facoltativo)
Scorza grattugiata di 1/2 limone Bio

Per la crema pasticcera:
500g di latte fresco intero
5 tuorli ( la ricetta originale dice 200 g che sarebbero una dozzina di tuorli!)
50 g amido di mais
150 g di zucchero bianco
1 bacello di vaniglia
Scorza grattugiata di 1/2 limone Bio

Per decorare:
Zucchero a velo q.b.
Pinoli q.b.

Procedimento
La frolla: Disponete su un piano di lavoro (possibilmente di marmo o metallo) la farina assieme al lievito ben setacciati. Al centro aggiungete il burro tagliato a piccoli pezzi precedentemente ammorbidito (basta lasciarlo a temperatura ambiente per 1 ora).
Lavorate velocemente il composto con la punta delle dita facendo assorbire il burro alla farina, deve risultare un composto sabbioso. Ricreate una fontana e aggiungete al centro l’uovo intero e il tuorlo, lo zucchero e una grattugiata di scorza di limone.
Sbattete all’interno della fontana con una forchetta le uova con lo zucchero, poi unite man mano verso il centro la farina. A questo punto lavorate l’impasto finché il panetto non prende forma e consistenza.
La pasta frolla adesso è pronta ma, prima di poterla utilizzare, dovrete metterla in frigorifero per almeno 30 minuti avvolta e chiusa bene nella pellicola (invece della classica forma a panetto, potete stenderla a libro così da rendere più facile la lavorazione dopo).
Più riposa in frigo e meglio è, quindi preparatela anche il giorno prima ma non utilizzatela assolutamente appena impastata. Non solo non riuscirete a stenderla bene, ma si spezzerà continuamente e sarà tutta appiccicosa.
La farcitura: la mia ricetta della crema pasticcera segue gli insegnamenti del grande maestro Iginio Massari. Mettere a scaldare il latte con i semi della bacca di vaniglia e portare ad ebollizione, unire la scorza di limone e abbassare la fiamma mescolando di tanto in tanto. Nel frattempo in una terrina unire lo zucchero e l’amido di mais ben setacciati e poi i tuorli, sbattere con una frusta a mano fino a quando il composto non risulterà omogeneo. A questo punto, a poco a poco aggiungere anche il latte caldo e continuare a mescolare con la frusta. Una volta amalgamato il latte al composto di tuorli, zucchero e amido di mais trasferite il tutto nel pentolino che avete usato per il latte e rimettete sul fuoco a fiamma medio/bassa continuando a mescolare fino a quando la crema non si sarà addensata: ci vorranno circa 5/8 minuti. Trasferitela in una ciotola pulita e possibilmente fredda.
Prendete poco meno di metà impasto della frolla dal frigorifero e stendetela su di un piano leggermente infarinato con l’aiuto di un mattarello. Disponete la base della crostata in una teglia tonda bassa imburrata e infarinata, premete bene con le dita per fare aderire la pasta alla superficie della teglia. Versate ora la crema pasticcera che nel frattempo si sarà intiepidita, livellate bene e cospargete la superficie di pinoli; prendete dal frigorifero il restante impasto di frolla, stendete anche questo e ricavate tante strisce quanto basta per creare il classico reticolato della crostata. Poggiate delicatamente una striscia dopo l’altra sulla farcitura di crema e una volta rivestiti anche i bordi riponete la teglia così pronta com’ è in frigorifero per 5-10 minuti: questo passaggio aiuta a far sì che la pasta si ricompatti per bene prima della cottura.
Infornate a 170° in modalità statico per circa 30 minuti. La cottura può variare da forno a forno. Una volta raffreddata spolverate con zucchero a velo.

 torta della nonna ricetta