Wok di Polpo e Verdurine

La pentola a pressione fa miracoli: tra tutti i suoi pregi prevale per me quello di rendere le carni morbidissime. Infatti, anche il polpo fresco o surgelato che sia, diventa morbido e saporito. Spesso lo accompagno a creme di legumi o in insalata con patate e olive, ma stasera ho voluto rendere omaggio alla croccantezza e ai colori di queste amabili verdurine.

Ingredienti X2:
1 polpo di medie dimensioni
2 carote
200 g di piselli freschi
½ porro
Olio Evo
Sale e pepe qb
Qualche foglia di timo fresco (opzionale)
2 foglie di alloro

Preparazione:
Il Polpo: sciacquare bene il polpo da eventuali residui di sabbia e metterlo nella pentola a pressione con 3 grani di pepe nero, una costa di sedano, 2 foglie di alloro e acqua qb. Cuocere il polpo per circa 15 minuti a fiamma bassa da quando la pentola comincia ad emettere il “fischio”. Una volta trascorso questo tempo spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il polpo nella sua acqua, se necessario cuocerlo la sera prima: quest’operazione va fatta per evitare che le carni si induriscano. Una volta raffreddato disponetelo su un tagliere, staccate la sacca ed eliminate gli occhi e la pelle. Il polpo va tagliato a piccoli pezzi di circa 3- 4 cm l’uno.

Le Verdurine: prendete carote, piselli e porro ben sciacquati e tagliate il porro a rondelle sottili e le carote a listarelle e sgranate i piselli. Disponete il tutto in una pentola per cottura a vapore già calda e cuocete per circa 10 minuti: le verdure devono risultare croccanti. Una volta pronte mettete da parte.

Prendete una pentola wok e quando sarà ben calda aggiungete il polpo e tutte le verdurine, salate e pepate e continuate a sfrigolare il tutto per circa 5 minuti girando spesso.
Solo a fine cottura aggiungete dell’ottimo olio Evo (consiglio un olio del sud Italia con note piccanti come quelli Siciliani o Pugliesi) e, se gradite, qualche fogliolina di timo fresco.